sabato 11 ottobre 2014

La bufala del TMC-65 e delle nuvole create a tavolino

Sta girando da qualche tempo su youtube un video che riprende uno strano macchinario, denominato "Taurus molecular cloud 65" che, secondo i sedicenti "dottori di youtube", riuscirebbe a creare perturbazioni artificiali producendo nuvole dal nulla.

A vedere il video sembrerebbe che questo macchinario sia una vera e propria macchina crea nuvole, ma basta cercare su internet e si scoprirà che il mezzo sopra citato non è altro che un mezzo modificato per la decontaminazione dei mezzi militari a rischio di contaminazione biochimica, a cui alcune simpatiche persone hanno dato il nome storpiato di una nebulosa (http://en.wikipedia.org/wiki/Taurus_Molecular_Cloud_1), al fine di rendere più credibile il tutto


Ma (e c'è sempre un ma) si vede dalla descrizione che il TMC potrebbe anche essere utilizzato per creare dei banchi di vapore acqueo che, trasportati dal vento alle correnti ascensionali, potrebbero creare delle nuvole capaci di compiere nubifragi come quello avvenuto giovedì notte sulla città di Genova.
Per smentire queste teorie, ci affideremo alla matematica:

Prendiamo la perturbazione che ha colpito Genova, e ipotizziamo che questa perturbazione sia grande come la sola provincia di Genova, ovvero 1838 km^2.

N.b: le ipotesi che vengono fatte qui sono volutamente fuori da ogni logica (se non quella complottista), e servono a dimostrare come, anche se si seguisse alla lettera i dettami dei "temporali circoscritti", il discorso non starebbe comunque in piedi.

Ora, dopo essere riusciti (con tecnologie a tutti sconosciuti) a formare una nuvola con area identica alla provincia di Genova, i "poteri forti" (che da ora chiameremo PF), dovranno pur dare un'altezza a questa perturbazione? E allora, nello studio dei PF, si crea una nuvola alta "solo" 100 metri.
Da questi dati possiamo valutate che la nuvola abbia un volume totale di 1838 km^2 x 0,1 km = 183,8 km^3.
Ma anche i PF non fanno il loro lavoro alla perfezione, e quindi, dato che la nuvola non è un parallelepipedo perfetto, le misure vengono approssimate (per difetto) a 140 km^3.

Andando a cercare su un qualunque giornale di informazione scientifica (ho scelto Focus), si vede come la densità di un cumulonembo è può arrivare a 15 g per m^3. Ipotizziamo che ai PF i soldi scarseggino, e prendiamo un valore di 12 g/m^3.

La mia domanda è: quanta acqua bisognerebbe utilizzare per creare dal nulla una nuvola frande come la provincia di Genova? Basta semplicemente fare qualche conto:
140000000000 m^3 x 0,012 kg/m^3 = 16800000000 kg
N.b: 1 km^3 = 1000000000 m^3
Poca roba, vero?

Attenzione, non ho parlato di volumi (in quanto l'analisi dovrebbe prendere in considerazione valori difficilmente valutabili quali pressione e temperatura), ma solo di "semplici" masse.

7 commenti:

  1. Se può interessare, tempo fa avevo fatto dei conti grossolani, ma simili, qui:

    http://ilsussurrodidarko.blogspot.it/2009/05/ma-perche-me-le-togliete-dalla-bocca.html?showComment=1243382184799#c2028667182610029573

    RispondiElimina
  2. Tempo fa (grosso modo in concomitanza con il post di markogts se non ricordo male) avevo postato un calcolo simile su Tanker Enemy e riguardante una certa analisi del terreno in cui compariva una data percentuale di bario che un certo sanremese attribuiva alle irrorazioni. Con un paio di ipotesi di partenza simili a quelle prodotte qui, si poteva dimostrare che per ricoprire l'area urbana di Milano servivano più aerei 747 cargo di quelli disponibili (e stiamo parlando di una cifra di diversi ordini di grnadezza maggiore!!!.

    Io continuo ad insistere con questa gente che basta saper fare "il conto della serva" per capire che in questo complotto delle scie chimiche c'è qualcosa che non va... Non capisco se non ci arrivano perche sono scemi e perchè non hanno serve!! ;-)

    RispondiElimina
  3. Oppsss.... Volevo dire "Straker Enemy".

    Su "Tanker Enemy" ho smesso di scrivere subito (o meglio.. non mi hanno fatto mai cominciare!!) dopo che avevo confutato la loro "prova" del laser verde!! ;-)

    RispondiElimina
  4. Possiamo fare qualche conto in più:
    Per sollevare di 1 m in altezza 1,68*10^10 kg sono 1,65*10^11 J = 165 GJ = 45,8 MWh che andrebbe moltiplicato per il numero di metri di quota a cui portare la nuvola, facciamo quota media 75 m diventano 3,43GWh, e il tutto senza tenere conto della presenza di attrito, rendimento limitato del motore e così via. Considerando che la centrale nucleare più potente degli USA con una potenza di 4GW impiega circa 50 minuti per produrre quella quantità di energia e che seguendo la logica complottarda abbiamo trascurato o sottostimato qualsiasi ostacolo direi che una nave (o un gruppo di navi) equipaggiata con un numero a piacere di TMS-65 e carburante non può produrre una tempesta.

    RispondiElimina
  5. [OT mode on]
    e invece è possibile, possibilissimo! ...anzi è sicuro, perché voi non considerate le tecnologie segrete degli eserciti militari (cit.): mai sentito parlare di fuoco fuso (cit.), di acqua compressa, di bolle antigravitazionali? (no? per forza, altrimenti che tecnologie segrete sarebbero?) di satelliti geostazionari che sparano sulla Liguria gigabyte di watt di microonde ELF con la precisione di un giocatore di freccette? ma chi volete prendere in giro coi vostri calcoli e la vostra scienza, mio cuggino che legge tutti i giorni fess-book è aggiornatissimo e non vi crederà mai!!!!!!
    [OT mode off]

    seriamente: di gombloddisti che abbiano fatto marcia indietro (in pubblico o semplicemente sparendo) ce ne sono tanti, purtroppo la madre degli imbecilli ha, per così dire, avuto la bicicletta e sta continuando a pedalare...

    RispondiElimina
  6. A momenti ci cretevo che cerano le scie chimiche e che facievano venire la piogia e un po che son vechia e stendo i panni sul terasso che sta in cima al contominio,e andavo su finincima sensascensore e poi guardavo peraria e vedevo tute le scie come una gradella per il pescie e dopo il celo senpre più bigio e mi dicievo trampò stavedere che piove e in fatti poi pioveva, macari poco ma mi sporcava i panni... mbè. adesso che mavete detto che le scie chimiche é una bufela o una leggienda metropolitana, so più trancuilla, non guardo più le gradelle nel celo, nommimporta se si trasformeno in velature, nommimporta se il celo é bigio e no asurro come quandero ragassa io...so che nonevero gnente quello che vedo e mi devo fidare solo del meteo che mi dicie la tv, oro colato...prendo la ciesta dei panni e vado a stentere quando me lo dicie la tv. Grasie ragassi.

    RispondiElimina